I nostri vini

Disciplinare della nuova DOC Romagna

Scarica la mappa del Romagna Doc Sangiovese

Romagna DOC Sangiovese

Il Sangiovese è il vino rosso più rappresentativo della Romagna nel quale si riflettono tutte le peculiarità di questo territorio.

Il suo vitigno è tra i più antichi in Italia e le sue uve concorrono alla produzione di vini famosi come il Brunello di Montalcino, il Chianti e altri ancora. Ma è in Romagna e nelle colline di Bertinoro, tra il mare e l’Appennino, che il vitigno Sangiovese ha trovato un terreno ideale di sviluppo. Il clima favorevole con estati miti alternate a inverni più freddi e buone escursioni termiche tra giorno e notte, permette l’ottima maturazione di questo vitigno versatile.Tale vitigno può regalare vini fruttati e gradevoli da bersi giovani e, al tempo stesso, grandi rossi originali e di ottima qualità come il Romagna DOC  Sangiovese Superiore e il Romagna DOC  Sangiovese Riserva Bertinoro.

Dal colore rosso rubino, a volte con orli violacei, il vino Romagna Sangiovese ha un profumo delicato che ricorda la viola e i frutti rossi come le ciliegie. Il sapore è asciutto, armonico, leggermente tannico, con retrogusto gradevolmente amarognolo.

Le cantine del Consorzio Vini di Bertinoro che producono Romagna DOC  Sangiovese Superiore e Romagna DOC  Sangiovese Riserva Bertinoro sono:


Campodelsole
Celli
Fattoria Paradiso
Giovanna Madonia
Tenuta La Viola
Tenuta Villa Trentola

 

Romagna DOCG Albana

L’Albana è un vitigno a bacca bianca, il primo bianco in Italia ad ottenere la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG).

Le origini di questo vitigno sono talmente antiche che non è facile distinguere la storia dalla leggenda. Si coltiva in Romagna sin dai tempi dei Romani tanto che alcuni ne fanno derivare il nome dai Colli Albani, le alture alle porte di Roma da cui provenivano i Legionari colonizzatori della Romagna. Molto più probabilmente il suo nome deriva dal termine ‘Albus’ (bianco in latino), in quanto quell’uva chiara era considerata dai latini la migliore delle uve bianche.

L’area di maggior produzione dell’Albana è quella dell’entroterra romagnolo e in particolar modo Bertinoro, a cui il nome è legato oramai indissolubilmente. Leggenda vuole che proprio sul colle, nel 435 d.c., a Galla Placidia figlia dell’imperatore Teodosio venne offerta in una rozza brocca di terra cotta il dolce vino del luogo, l’Albana. Estasiata dalla bontà di quella bevanda la futura imperatrice esclamò : “Non così umilmente ti si dovrebbe bere, bensì BERTI IN ORO”. Da allora il paese prese il nome di Bertinoro.

Romagna Albana è prodotta nelle sue varie tipologie tradizionali: Romagna Albana Secco, Romagna Albana Dolce, Romagna Albana Passito.

 


Il Romagna Albana secco presenta colore giallo paglierino tendente al dorato, profumo fruttato, caldo e armonico e sapore ricco e avvolgente. Questo vino è prodotto dalle seguenti cantine del Consorzio Vini di Bertinoro:

Campodelsole
Celli
Fattoria Paradiso
Giovanna Madonia
Tenuta La Viola

Romagna Albana Dolce presenta il tipico colore giallo paglierino tendete al dorato e profumo di frutta matura con sentori di albicocca e melone e sapore dolce pieno, corposo. L’Albana Dolce è prodotto dalle cantine Celli e Fattoria Paradiso:

Celli
Fattoria Paradiso

Il Passito, ottenuto dall’appassimento delle uve (come in foto a destra) è un grande vino da dessert che può accompagnare magnificamente un formaggio tipico dal gusto forte. Si presenta di colore giallo dorato tendente all’ambrato. Il profumo è intenso e caratteristico con sentori di miele d’acacia, di pesca ed albicocca, con un sapore dolce e vellutato dal fondo di spezie.

I soci del Consorzio Vini di Bertinoro che producono Romagna Albana Passito sono i seguenti:


Campodelsole
Celli
Fattoria Paradiso
Giovanna Madonia

Romagna DOC Pagadebit

Il Romagna Pagadebit è un vino bianco tra i più tipici del territorio.
Originario di Bertinoro il vitigno del Pagadebit Bertinoro si contraddistingue per le caratteristiche di robustezza e vigoria. Deve il suo nome proprio alla resistenza dei suo acini alle avversità atmosferiche che, nelle cattive annate, male fosse andata la vendemmia delle altre uve, garantiva al vignaiolo la possibilità di coprire le spese sostenute per la coltura delle vigne e quindi di “pagare i debiti”. Nella forma dialettale del territorio, Pagadebit.

Il vino Pagadebit si presenta di colore paglierino tenue con riflessi verdognoli o leggermente dorati, profumo fruttato e leggermente floreale, ottima intensità e persistenza gradevole. Il gusto è decisamente secco, ottima freschezza senza essere aggressiva, equilibrato ed armonico, aromi erbacei e leggeri sentori floreali.

Di seguito le cantine del Consorzio Vini di Bertinoro che producono Pagadebit:

Campodelsole
Celli
Fattoria Paradiso